Bene gli interventi, ma serve la prevenzione

Regione, 26 giugno 2019

“Va bene affrontare l’emergenza in stretto collegamento con gli enti locali colpiti e in tempi rapidi come sta facendo Regione Lombardia, ma quello che manca sono gli investimenti sulla prevenzione del dissesto idrogeologico, ovvero la causa di queste situazioni che poi ci portano a sborsare ancora più soldi per rimediare ai danni”, commenta così Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd e capogruppo in VIII Commissione Agricoltura, la notizia della chiusura dell’iter, da parte della Regione, della relazione integrativa riferita alla richiesta di stato di emergenza.

In particolare, per Piloni è necessario intervenire prima in precise situazioni: “Ci sono da fare tanti interventi di pulizia dei fiumi, di sistemazione di argini, di manutenzione del territorio che aspettano da troppo tempo e rischiano di trasformarsi in calamità ad ogni evento meteorologico fuori dal comune. E di questi tempi non saranno né rari, né casuali”.

© Riproduzione riservata



Share on Facebook
Leggi tutto l'articolo



Ecco la linea

PANDINO - Bonaventi: "Più sicurezza, meno degrado"...
Leggi tutto l'articolo

Treno scandalosi

REGIONE - Degli Angeli (M5S): "Trenord, è ora di chiarire"...
Leggi tutto l'articolo




Settembre gratis

CREMASCO - Piloni: "Troppi ritardi, Trenord rimedi"...
Leggi tutto l'articolo

Maffioli se ne va

VAILATE - Maffioli, mai presente, si è dimesso...
Leggi tutto l'articolo




Ecco Family

REGIONE - Piloni: "Seguire l'esempio trentino"...
Leggi tutto l'articolo

Accesso difficile

AGNADELLO - Calderara: "Da noi c'era una password"...
Leggi tutto l'articolo




Avanti tutti

CREMASCO - Avanti con la richiesta di liquidazione...
Leggi tutto l'articolo

Festa in sicurezza

RIVOLTA D'ADDA - La minoranza chiedeva lumi per l'assessore sulla piattaforma...
Leggi tutto l'articolo




Dimenticata la sicurezza

RIVOLTA D'ADDA - La minoranza interroga sulla sicurezza nell'allestimento della festa...
Leggi tutto l'articolo

Fanghi

REGIONE - Piloni: "Bene, adesso limiti più stringenti"...
Leggi tutto l'articolo