Altri sei sindaci rompono gli indugi e cercano la riconferma

Cremasco, 09 marzo 2019

Altri sei sindaci uscenti hanno deciso, questa settimana, di scendere in campo per chiedere la riconferma. Ultimo a rompere gli indugi, il primo cittadino di Casale Cremasco, Antonio Grassi che ha annunciato di ricandidarsi per un secondo mandato. A breve presenterà la squadra e al momento non ci sono avversari. Chi, invece di avversari ne ha sin qui due è Pietro Fiori, sindaco di Castelleone, che scende in campo e annuncia di rinunciare al simbolo dei partiti, Pd compreso. Nessun avversario, al momento, per il sindaco uscente Massimo Caravaggio, di Gombito, il quale ha deciso di ricandidarsi dopo lunga meditazione. Il primo cittadino è diventato da poco papà e gli costa molto allontanarsi da casa. A breve dovrebbe arrivare la mossa dei suoi avversari. Annuncerà la sua candidatura in questi giorni anche Aries Bonazza, primo cittadino di Ripalta Cremasca che sta mietendo consensi per aver reso il suo comune telematico. Sono in corso trattative per le alleanze e fino a oggi non ci sono avversari che vogliano sfidarlo. Cerca il bis anche Alessandro Pandini a Montodine, anche lui al momento senza avversari, come non ha avversari a Salvirola Luca Marani, che a deciso per il bis. Non può più ricandidarsi perché al terzo mandato Luca Cristiani di Casaletto di Sopra e attende che la legge venga cambiata.

Nelle foto, Grassi (a sx) e Marani; Caravaggio

© Riproduzione riservata



Share on Facebook