La squadra di Rivolta d'Adda ai mondiali homeless

Rivolta d'Adda, 06 novembre 2018

C’è anche l’Italia fra le 47 nazioni partecipanti alla sedicesima Homeless Cup, torneo internazionale di calcio riservato a persone disagiate che si disputa a Città del Messico dal 13 al 18 novembre, nell’ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario delle olimpiadi del 1968 ospitate proprio dalla capitale dello Stato centramericano. Sette giocatori su otto della nazionale azzurra provengono dal servizio dipendenze dell’ospedale Santa Marta di Rivolta (Asst di Crema), che ancora una volta fa la parte del leone in questo progetto denominato “Nazionale Solidale” fornendo anche l’allenatore in campo, quel Matteo Volpi che partecipò come giocatore alla Homeless Cup di qualche anno fa a Santiago del Cile, e l’allenatore fuori dal campo, quel Giorgio Cerizza, psichiatra e psicoterapeuta da anni responsabile dell’unità operativa di riabilitazione delle dipendenze del Santa Marta. Fosse ancora fra noi Emiliano Mondonico, il primo in bocca al lupo ai ragazzi sarebbe arrivato da lui, che ha allenato i giocatori “rivoltani” e anche Volpi nell’ambito del progetto di volontariato che assieme al suo staff di amici e in collaborazione con Giorgio Cerizza e l’associazione L’Approdo lo vedeva presente ogni mercoledì mattina sul campo da calcio dell’oratorio di Rivolta.

“L’evento messicano sarà importante per chi scenderà in campo, un sogno che si avvera per chi, tempo fa, ai sogni sembrava aver rinunciato, ma anche per tutto ciò che ruota attorno al progetto di questa squadra italiana”, affermano dal servizio di riabilitazione dalle dipendenze del Santa Marta. La Homeless Cup si giocherà nel cuore di Città del Messico e prevede la disputa di 400 partite. Si potranno seguire le imprese dei ragazzi di mister Volpi sul sito www.homelessworldcup.org

Nella foto, l'allenamento della formazione italiana

© Riproduzione riservata

Share on Facebook