Combattenti e reduci, 45 anni di associazione

Casaletto Vaprio, 11 ottobre 2018

Presenti le autorità civili, militari e religiose, nella serata di sabato, in chiesa vecchia, Casaletto Vaprio ha festeggiato il 45° anniversario della fondazione della locale sezione dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci. La serata è stata introdotta dai saluti della presidente Giovanna Ginelli e del sindaco Ilaria Dioli che hanno sottolineato l’importanza del ricordo. Un ricordo che sia emozione, impegno e monito per le generazioni future. Attraverso una corale narrazione, impreziosita da immagini d’epoca, si sono ripercorsi i 45 anni di vita della sezione, la cui storia, iniziata il 9 settembre 1973, si è più volte intrecciata agli eventi del paese. Angelo Massarini ha poi dato voce ai caduti casalettesi attraverso la toccante lettura di alcune lettere indirizzate dai soldati alle famiglie pochi giorni prima di andare incontro alla morte. Tutta la serata è stata un emozionante viaggio sul “filo della memoria”, reso ancora più commovente dalla preziosa voce del Coro parrocchiale Dorè, diretto da Gloria Ogliari, che ha proposto alcuni brani della Grande Guerra. In conclusione di serata, la presidente Ginelli e il direttivo hanno fatto dono alla comunità di Casaletto Vaprio della teca contenente le medaglie commemorative, riportanti il nome, il grado e il reparto dei 17 caduti nativi di Casaletto Vaprio, ritirate lo scorso 16 marzo presso il Sacrario di Redipuglia in occasione delle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale.

Nella foto, un momento della manifestazione

© Riproduzione riservata

Share on Facebook