Via Borghi Inferiori, un pasticcio da risolvere

Vailate, 16 maggio 2018

I residenti insistono: troppo traffico e via Borghi Inferiori è diventata pericolosissima. E due di loro in particolare, Paolo Ferrari e Pierangelo Resmini, protestano chiedendo agli amministratori comunali, che hanno incontrato martedì mattina (15 maggio), prima nella sala giunta del municipio e poi nella strada “incriminata”, che si torni alla vecchia viabilità nella zona del paese che comprende via Borghi Inferiori stessa e le vie Dante (quella delle scuole elementari e medie) e Pietro da Vailate. “Chiediamo –chiarisce Paolo Ferrari- che venga ripristinata la vecchia viabilità a doppio senso di marcia in via Dante e via Pietro da Vailate. Da quando queste due strade sono diventate a senso unico (fine estate 2017) il traffico di questa parte del centro abitato è stato dirottato in gran parte sulla via Borghi Inferiori, che ora è troppo pericolosa”. Lunga, dritta e stretta, via Borghi Inferiori è, secondo i residenti, inadatta a sostenere un numero troppo elevato di veicoli in transito, specie nelle ore di apertura e chiusura delle ditte e in quelle di entrata ed uscita dalle scuole elementare e materna. C’è un limite di velocità di 30 chilometri orari e ci sono i controlli periodici della polizia locale con tanto di telelaser ma non bastano: troppi veicoli sfrecciano ad andatura elevata. Una situazione, secondo Ferrari e Resmini, destinata a peggiorare da giugno in poi, quando via Borghi Inferiori sarà interessata dai lavori di rifacimento della rete fognaria commissionati da Padania Acque. “Mi è stato detto che il senso unico in via Dante –prosegue Ferrari- si è reso necessario per incrementare la sicurezza dei bambini all’uscita da scuola ma con quel provvedimento, secondo me, si è creata tanta confusione. Il sindaco Paolo Palladini apre al dialogo: “Si potrebbe commissionare uno studio generale della viabilità a una ditta del settore”.

Nella foto, via Borghi Inferiori

© Riproduzione riservata

Share on Facebook